RSS

Pausa di metà inverno

04 Feb

È proprio tanto tempo che non mi fermo a scrivere di me, a dire il vero credo sia tanto tempo che non mi fermo nemmeno a pensare di me.

Un paio di giorni fa sono stato spudoratamente felice. Non ho paura di esagerare, spudoratamente felice. Non è successo nulla di particolare, se non una cena fuori con pochi amici. Le persone a cui voglio più bene raccolte in un paio di metri cubi. Tornato a casa, sotto al piumone, il sonno non arrivava. Ho riacceso la luce e dopo un’incursione in cucina ad aprire un pacchetto di patatine, me ne sono tornato a letto a leggere. Prima di addormentarmi pensavo che se il mondo avesse dovuto finire quella sera, io sarei stato contento di come erano andate le cose.

Certo, ho avuto la mia dose di fango dalla vita. Come tutti d’altronde. Ma l’altra sera la sensazione prevalente era netta ed era quella di averne avuto abbastanza. Come se dal giorno dopo le cose dovessero cominciare a girare per il verso giusto. La sensazione di aver esaurito le carte degli imprevisti e di poter cominciare a pescare dal mazzo delle probabilità.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 4 febbraio 2013 in Riflessioni

 

Tag: , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: