RSS

Non mi fate arrabbiare…

09 Ott

Questo è uno sfogo, lo premetto. Lo scrivo per me ed è bene che si sappia prima, così se non siete dell’umore giusto evitate di andare oltre.

Andate oltre? Ok, musica di sottofondo.

Mi arrabbio davvero in poche occasioni, perché so che non sono capace ad incazzarmi serenamente. Quindi evito. Quando succede, non mi piace per niente come divento. Ma sono io, nel bene e nel male.

Come vorrei che fosse: quando qualcuno fa qualcosa che mi dà fastidio, vorrei riuscire a sentire subito tutto il fastidio, guardarlo da tutti i lati (in 3D!) ed ad esternarlo in modo sincero e oggettivo. Ti sei comportato “così”, non mi piace per “questo” motivo, non ce l’ho con te ma con quello che hai fatto.

Invece succede che: siccome sono piuttosto accomodante, sembra sempre che mi vada tutto bene (e la maggior parte delle volte è davvero così). I piccoli fastidi invece ogni tanto si accumulano. Lasciando correre per mantenere la quiete, il messaggio di fastidio non passa ed ogni tanto si arriva a strappare la corda.

Episodio scatenante: l’altra sera si decide di andare al cinema. Io propongo il primo spettacolo perché non volevo fare tardi. Tra una cosa e l’altra non riesco a cenare a casa e passo a prendere un’amica che mi abita vicino. Vediamo il film e poi all’uscita ci chiediamo che fare. Dato che anche altri non avevano cenato, si propone di mangiare qualcosa. Sinceramente mi dispiaceva lasciare la compagnia e quindi vabè, resto. Tanto si pensava a del cibo da strada al volo e via. Mentre ci rechiamo al luogo cibatorio telefoniamo all’amico C che è a casa e ci raggiunge. Ma il luogo dove prendere qualcosa al volo è chiuso. Dopo un attimo di discussione decidiamo di andare in un pub nello stesso isolato. Vabè, non sarà veloce come prima ma ce la dovremmo cavare con poco. Ci sediamo al tavolo e prima di ordinare vado in bagno. Quando torno, non c’è più nessuno. Non c’è più la mia giacca, non c’è più il mio borsello. Ho il cellulare in tasca, chiamo. L’amica A giochicchia a farmi indovinare dove sono andati (dato il rumore io pensavo che si fossero spostati di tavolo). Mi altero lievemente e mi dice che sono usciti e stanno andando a casa dell’amico C e mangiamo da lui. Ma che cazz..

Esco dal locale e nei cinque minuti a piedi le penso tutte. Lasciamo perdere? Non lasciamo perdere? Ma quando arrivo evidentemente la mia faccia parla per me, mi chiedono se sono arrabbiato. Ed a questo punto sono esploso. Certo che sono arrabbiato.

Punto primo: che scherzo cretino. Non solo ve ne andate con la mia roba a mia insaputa, ma vi divertite pure a non dirmi dove siete. Come quegli idioti di “Scherzi a parte” che ti fanno star male per poi dirti che è tutto uno scherzo. Ma dov’è il divertimento? Mi stai usando, non riesco a vederla diversamente.

Punto secondo: si era deciso insieme di andare al pub, se si cambia idea vorrei almeno partecipare al processo di discussione, quantomeno condividere i motivi. Invece no, di punto in bianco si va a mangiare da C, così al diavolo rientrare presto (ma questo è il meno).

Se fossi stato da solo credo che li avrei piantati e me ne sarei andato, sono rimasto perché non mi andava di fare il tragitto in macchina con l’amica C mentre ero incazzato.

Arrivati qui un bell’elenco puntato ci sta bene:

  • non mi piace non avere con me le chiavi della macchina, le chiavi di casa, il portafoglio ed i documenti, in una parola non essere autonomo (forse un pelino ossessivo-compulsivo).
  • mi sconcerta il fatto che gli altri potessero considerare divertente il tutto.
  • disappunto per non poter rientrare presto come avevo in mente (ma nessuno sapeva che io volevo questo per cui, mea culpa ).
  • quando ho fame divento nervoso (lo sapevo già ma non ne ho tenuto abbastanza conto).
  • mi fa innervosire il fatto che me la prendo per questo genere di cose (se ti presto la macchina e me la riporti ammaccata mi dispiace, ma riesco senza problemi a dirti “non fa niente”) .

Poi ne abbiamo parlato ed ho avuto modo di spiegare le mie ragioni, però ancora adesso mentre ne scrivo sento l’adrenalina che sale. Devo assolutamente trovare il modo di rendere palese quello che mi ronza dentro, anche quando mi sembra che non abbia importanza, anche le piccole fluttuazioni dell’umore. Altrimenti è tutta polvere da sparo pronta per la prima scintilla.

 

 

 

Annunci
 
6 commenti

Pubblicato da su 9 ottobre 2012 in Riflessioni

 

Tag: , ,

6 risposte a “Non mi fate arrabbiare…

  1. bastax

    10 ottobre 2012 at 07:46

    ne avete parlato, già qualcosa è.
    Se ci riprovano gli tagli la gola è_é o più semplicemente li sfanculi

     
    • zuben71

      14 ottobre 2012 at 12:42

      Tagliare gole non è, diciamo, nel mio stile.
      Potrei, per scherzo, togliergli il saluto 🙂

       
  2. Giio

    11 ottobre 2012 at 21:35

    Lo scherzo era un pò cretino ma il tutto non era tale da provocare una grande arrabbiatura. Avevi in te tante piccole bombe inesplose e che aspettavano la prima occasione per venir fuori, ma questo lo sai già.
    Avete fatto bene a parlarne e dovresti non tenerti dentro eventuali malumori, ti fai solo del male.
    Ciaoooo!

     
    • zuben71

      14 ottobre 2012 at 12:43

      Concordo sul fatto che dovrei essere per certi versi, più trasparente.

       
  3. keepmehere

    14 ottobre 2012 at 10:42

    scusa zuben se te lo dico
    ma non è uno scherzo da menti illuminate. a meno che non abbiano 15 anni e allora è uno scherzo da 15enni

     
    • zuben71

      14 ottobre 2012 at 12:45

      È stato lo strano apice di una strana serata, per molti versi. Sembrava davvero che ognuno riuscisse a tirare fuori il peggio di se! Ma se trovo i dvd di Scherzi a parte glieli regalo per Natale…

       

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: