RSS

Libertà

01 Set

È proprio vero che quando si viene privati di qualcosa ci si rende conto della sua importanza. Oggi è stata una giornata tutto sommato piuttosto spiacevole: mi ha lasciato un brutto nervoso che ora cerco di dissipare a colpi di tastiera, wafer, gelato e cocacola (diciamo che non voglio lasciare niente al caso).

Non mi piaccio quando sono nervoso: tendo a scaricarlo su quello che mi circonda e i gatti, poverini, non ne possono proprio nulla.

Quel che è successo in fin dei conti è una cavolata, ma il nervoso è reale e tanto basta. Riassuntino dei fatti: il programma era un pranzo da amici. Chiedo ad uno di loro che arriva da più lontano con altra gente se ha un posto in macchina e mi può passare a prendere, io non conosco precisamente il posto e lui è di strada.

Mi ero fatto l’idea che nel tardo pomeriggio ci saremmo congedati (e questo è stato il mio errore, mai presumere) ed avevo idea di passare la serata in relax a casa con un film oppure di sentire altri amici per un giretto in centro. Ma il padrone di casa ha la malaugurata idea (abitudine?) di usare i film come sottofondo al pranzo invece che la musica e così, finito di mangiare, l’occhio cade sull’orribile oggetto luminescente in fondo alla stanza. Una cosa tira l’altra (“Ah, ma vi faccio vedere questa scena che è bellissima.. Uh, ma guardiamo un pezzo di quell’altro…”) siamo finiti a guardare un assurdo film a cartoni semi-sconosciuto. Che poi, magari, in un altro momento l’avrei anche apprezzato, ma stasera proprio avrei dato qualunque cosa perché un fulmine incenerisse la TV e tutti i dispositivi collegati. Tutto fuso in un blocco informe di metallo fumante, aaaah!

Chiaramente avrei potuto manifestare il mio desiderio di andarmene, ma con me avrebbero dovuto andarsene anche gli altri passeggeri e tutti sembravano (di nuovo lo stesso errore, mai presumere) così interessati a questi film che non ho osato fare il “guastafeste”.

Di sicuro la prossima volta me ne vado con la mia auto. E per finire in bellezza un po’ di Aretha Franklin che è taaaaanto liberatoria.

Annunci
 
2 commenti

Pubblicato da su 1 settembre 2012 in Riflessioni

 

Tag: , , ,

2 risposte a “Libertà

  1. uovadigatto

    2 settembre 2012 at 09:45

    Già. Anche in monopattino, ma indipendente. Impara dai gatti.

     
  2. Giio

    2 settembre 2012 at 18:47

    La libertà è un valore enorme.
    certo non potevi immaginare che la giornata prendesse quella piega, la prossima volta te ne ricorderai 😀
    Buon inizio settimana!

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: