RSS

Mescolando i pensieri

08 Lug

Temevo di essere stato colto nuovamente da una specie di blocco dello scrittore (per quanto non lo sia). Sentivo proprio il bisogno di mettermi qui a distendere i pensieri sulla tastiera, ma dopo averci messo alcuni minuti a trovare un titolo temevo di non riuscire ad andare oltre.

Ma nello stereo c’è il cd dei Modena City Ramblers (il primo, dove canta ancora Cisco) e quindi basta accenderlo per creare l’atmosfera giusta. Appena partito mi viene in mente che contiene questa canzone:

 
Proprio lo scorso sabato sono stato al funerale di uno zio. Era tanto che combatteva contro il cancro e come a volte succede non è riuscito a vincere. Ogni volta l’addio ad una persona cara lascia dietro di se un fardello di pensieri. Questa volta per quanto mi dispiaccia, non sono tanto triste per lui: era una persona allegra e sempre sorridente. Abitando lontani non avevamo un rapporto molto stretto, ma era sufficiente vederlo e scambiare qualche parola per apprezzare il suo carattere schietto ed essere illuminati dalla sua risata. Questo mi rimarrà sempre di lui, il suono della sua risata. E di sicuro non avrebbe voluto vedere gente triste per causa sua, per cui il miglior modo per rendergli onore è stato andare a pranzo con altri zii e cugini.

La cerimonia è stata particolare. Io non sono credente, ma il sacerdote che ha detto la messa è uno di quelli che io definisco “preti da battaglia”, che incarnano i valori del Vangelo con il sudore e la fatica piuttosto che con le parole. Le sue ultime parole per il defunto sono state: «Ti ho voluto bene. Mi hai voluto bene. Grazie.». Parole che ho trovato di una semplicità e di una potenza inaudita.

Spero che la sua famiglia si riprenda presto, soprattutto mia cugina che non è proprio in un bel periodo e sembra essere quella che l’ha presa peggio.

Sto mescolando i pensieri intorno al fatto che questa vita ci è stata regalata e tante volte non sappiamo bene cosa farne. Come qualche volta succede con il servizio “buono” di piatti o di bicchieri, che consideriamo talmente prezioso che per paura di rovinarlo lo lasciamo nella credenza a prendere polvere.

Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 8 luglio 2012 in Riflessioni

 

Tag: , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: