RSS

Desideri

23 Gen

È da qualche settimana che ci penso, più o meno da Natale, e non trovo una risposta. Non che ci debba essere per forza, a volte le risposte sono così noiose nella loro concisa precisione.

La domanda riguarda i desideri. Mi è venuta in mente perché tempo fa (discretamente tanto) ho frequentato un corso di mountain bike. Casomai qualcuno se lo stesse chiedendo, si, sapevo già andare in bicicletta 🙂

Ma comunque, in questo corso si parlava di come affrontare i sentieri, le salite, le discese e mi ricordo una cosa in particolare: i passaggi stretti. Ci portarono in un bosco e c’era un sentiero che si inoltrava, diramandosi dalla strada sterrata principale. Erano state messe due pietre all’imboccatura, per evitare che auto e moto potessero passare e rimaneva quindi un varco largo un paio di spanne e non di più.

Dovendo passare con la bici, tanti guardavano con attenzione le pietre per evitare di urtarle coi pedali e qualcuno toccava lo stesso. Gli istruttori allora ci fecero notare che era meglio che ci fossimo concentrati sul vuoto del varco, che era lo spazio dove dovevamo passare, piuttosto che sulle pietre, dato che quelle le volevamo evitare.

È una stupidaggine, ma fateci caso: capita di rimanere concentrati su quel che si vuole evitare, piuttosto che sulla strada da percorrere.

Per i desideri c’è un aspetto ancora diverso da considerare. Quando diciamo “vorrei che succedesse questo, vorrei quello” stiamo portando la nostra attenzione su qualcosa che non c’è. Non sarà che ci stiamo invece perdendo il resto, che invece è reale?

La cosa bella di oggi: rendermi conto di quanto sono orgoglioso e fortunato a lavorare nel posto dove lavoro.

Annunci
 
6 commenti

Pubblicato da su 23 gennaio 2012 in ., La cosa bella di oggi

 

6 risposte a “Desideri

  1. Giio

    24 gennaio 2012 at 20:47

    Bello questo post, i tuoi accostamenti di soliti lontani dalla sensibilità maschile.
    E’ vero spesse volte ci concentriamo sulle cose da evitare perdendone altre più importanti e reali 😦
    Stare bene sul posto di lavoro è importante visto che ci passiamo un bel pò di ore.
    Buona serata!

     
    • zuben71

      25 gennaio 2012 at 19:30

      Grazie! Ma spiegami questa cosa della “sensibilità maschile”? 🙂

       
  2. Saretta

    25 gennaio 2012 at 20:22

    Più che altro, forse sarebbe produttivo tenere a mente il desiderio come fosse una strada dall’altra parte del blocco. Il nostro problema consiste nell’accedervi … ma se ci fissiamo solo su ciò che c’è oltre il blocco o sul blocco stesso, perdiamo di vista il varco, quell’opportunità reale e attuale che fa da ponte verso il desiderio 🙂

     
  3. Giio

    25 gennaio 2012 at 22:33

    Di solito gli uomini non hanno una tale sensibilità da cogliere certi elementi e fare certi accostamenti come hai fatto tu, ma ovviamente non faccio di tutta l’erba un fascio 😀
    Ciao ciao!

     
  4. chiaraoltre

    30 gennaio 2012 at 22:30

    E’ proprio così.
    Puntiamo tutto su cosa non vogliamo e finiamo proprio per trovarcelo tra le braccia.
    Basterebbe spostare lo sguardo di qualche centimetro.
    Facile a dirlo.

    Bel post, davvero.

     
  5. Frou

    9 febbraio 2012 at 21:51

    Two Thumbs Up! 🙂

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: